CL: Inter-Tottenham 2-1

Sulla scia della sua tradizione, la nostra Inter dopo l’obbrobrio tecnico/arbitrale contro il Parma sfodera una buona prestazione nel giorno del suo ritorno in Champions League battendo il Tottenham a pochissimi minuti dalla fine in rimonta.

Una vittoria di questo tipo butta via quasi tutti i commenti “seri”, troppa la felicità provata al 93′, troppa la gioia per essere tornati in una competizione in cui si respira aria nuova, ossigeno puro rispetto alla triste A.

Emozionante, anche se trattasi di soli 3 punti, è vero. Ma è stato estremamente emozionante.

A portarci cotanta gioia i peggiori in campo, ovviamente per me, fino a quel momento: Icardi e Vecino, gli stessi protagonisti della rimonta sulla Lazio, gli stessi che ci avevano regalato la Champions stasera ci hanno regalato la prima gioia dopo 6 anni senza la Coppa più bella.

Servirà fare risultato pieno ad Eindhoven per alimentare le speranze di secondo posto ma direi di goderci ancora per un po’ questa bella serata prima di fare qualsiasi tipo di calcolo.

IL MIGLIORE: DE VRIJ

La difesa tiene botta senza subire tantissimo contro un Tottenham con molta più qualità e pericolosità offensiva dell’Inter: il merito è anche dell’olandese che mantiene una calma olimpica nei disimpegni e gioca una partita più pulita rispetto ai compagni di reparto Skriniar e Miranda.

Ottimo nel gestire il pallone, sembra giocare da noi da tanto tempo.

IL PEGGIORE: CANDREVA

Entra al posto di uno spento Perisic ma riesce a far peggio: sconnesso dal match, non aiutato neanche dalla posizione in campo da esterno sinistro fino all’ingresso di Keita, il numero 87 sfoggia qualche dribbling sbagliato di troppo e distrazioni non da Champions League.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Miranda, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano (27′ st Keita), Nainggolan (44′ st B. Valero), Perisic (19′ st Candreva); Icardi. A disposizione: D’Ambrosio, Berni, Padelli, Ranocchia. Allenatore: Spalletti

TOTTENHAM (4-2-3-1): Vorm; Aurier, Sanchez, Vertonghen, Davies; Dier, Dembele; Lamela (27′ st Winks), Eriksen, Son (19′ st Lucas Moura); Kane (45′ st Rose). A disposizione: Walker-Peters, Wanyama, Llorente, Gazzaniga. Allenatore: Pochettino

MARCATORI: 8′ st Eriksen (T), 40′ st Icardi (I), 47′ st Vecino (I)

NOTE: Ammoniti: Skriniar, Perisic (I), Sanchez, Vertonghen, Vorm (T). Recupero: 0′ e 4′. Calci d’angolo: 6 a 4 per l’Inter

PAGELLE:

Handanovic 5,5

Miranda 6,5

De Vrij 7

Skriniar 6

Asamoah 6,5

Vecino 6

Brozovic 6,5

Politano 6

Nainggolan 6

Perisic 5

Icardi 6

(Candreva 4,5, Keita sv, Borja sv)

All. Spalletti 6

By |2018-09-19T08:26:16+00:0018 Set 2018|Vista dal divano|0 Comments