Benvenuto a CasaInter.it - se vuoi commentare gli articoli devi registrarti

Sampdoria-Inter 0-5

I piccoli segnali di miglioramento notati nella partita contro il Napoli sono fragorosamente esplosi nel match di Marassi contro la Sampdoria: l’Inter torna quella vista nei primi mesi di campionato e sbanca un campo sempre ostico per tutti, grazie alla ritrovata forma dei due giocatori più importanti, Icardi e Perisic, e al periodo buio degli avversari, capaci solo una settimana fa di subire 4 gol a Crotone.

Le parole di Spalletti nel post partita di domenica scorsa sembrano aver avuto effetto e contro la Samp tutti improvvisamente giocano per il compagno, si muovono senza palla, fanno il giusto pressing, lasciando a Rafinha il compito di orchestrare per bene lì nel mezzo.

L’efficacia di Icardi è finalmente tornata al 100%, straripante in quello che fu il suo stadio, arrivando a superare il gol numero 100 con la nostra maglia con un magnifico poker: gli era già riuscito proprio su quel campo, contro il Pescara, qualche anno fa con la maglia blucerchiata.

Vittorie così fanno solo bene, ovviamente, e la mia speranza è quella che riesca ad infondere, in questa banda di bamboccioni, quella fiducia necessaria per finire bene il campionato centrando l’obiettivo.

Credo ancora che il quarto posto sia abbastanza complicato per colpa dei troppi punti persi in partite stupide e per il calendario che ci aspetta da qui alla 38a ma se non altro ieri ho rivisto una squadra degna di questo nome.

E quel barlume di speranza che ho nel posto in CL è basato proprio sul fatto di poter ritrovare una squadra in grado di superare gli evidenti limiti tecnici.

ICARDI

Impossibile non votare lui come migliore in campo dopo i 4 gol segnati: un rigore (gol numero 100 in maglia nerazzurra), un gol di tacco, uno al volo e un tap in. C’è veramente di tutto nella sua partita contro la sua ex squadra.

Quando la squadra gira le sue doti di stoccatore vengono straordinariamente potenziate. Speriamo abbia tenuto qualche gol per le prossime partite decisive per le nostre sorti.

(Oggi sono stati davvero tanti i nerazzurri meritevoli di menzione particolare: Rafinha, Cancelo, Gagliardini e Perisic, tra gli altri, hanno giocato una signora partita)

IL PEGGIORE: NESSUNO

Dopo una prestazione così non esiste un peggiore in campo.

SAMPDORIA-INTER 0-5
PRIMO TEMPO 0-4
MARCATORI: Perisic al 26′, Icardi al 30′ (su rigore), al 31′ e al 44′ p.t; Icardi al 6′ s.t.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski (33′ pt Verre), Silvestre, Ferrari, Murru; Barreto (9′ st Regini), Torreira, Praet; Ramirez (5′ st Caprari); Quagliarella, Zapata. (Belec, Tozzo, Andersen, Alvarez, Strinic, Capezzi, Tessiore, Kownachi). All. Giampaolo.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Brozovic, Gagliardini; Candreva (33′ st Vecino), Rafinha (35′ st Borja Valero), Perisic; Icardi (21′ st Eder). (Padelli, Berni, Lisandro, Karamoh, Santon, Dalbert). All. Spalletti.
ARBITRO: Tagliavento.
NOTE: ammoniti Ramirez, Caprari (S), Rafinha (I).

PAGELLE:

Handanovic 6

D’Ambrosio 6

Skriniar 6,5

Miranda 6,5

Cancelo 7

Gagliardini 7

Brozovic 7

Candreva 6,5

Rafinha 7

Perisic 7

Icardi 9

(Eder, Borja Valero, Vecino s.v. )

SPALLETTOMETRO: 40%

Piolometro_40

Le parole della scorsa settimana suonavano come quelle di un mister che conosce bene il suo destino per la prossima stagione. La mia speranza è quella che rimanga a prescindere dal risultato finale di questa stagione, vedremo anche cosa succederà nelle prossime partite.

By |2018-03-18T22:18:24+00:0018 Mar 2018|Vista dal divano|3.856 Comments