Appunti d’estate – 3 –

♦ L’amichevole a Madrid contro l’Atletico ci ha regalato un’Inter compatta, ancora ben organizzata, cazzuta e con le idee chiare, soprattutto nel primo tempo. Spalletti ha schierato la formazione che al 90% giocherà domenica sera a Reggio Emilia nell’esordio in campionato contro il Sassuolo, con l’incognita croati al rientro e la quasi certezza di avere Nainggolan indisponibile. Asamoah schierato ala sinistra non ha sfigurato, confermando il suo ottimo precampionato. Buonissime le prestazioni di Brozovic, Skriniar (che con Miranda ha un’intesa palese come ha già raccontato la scorsa stagione), Handanovic e Lautaro Martinez, autore dello splendido gol che ha deciso la gara. Quest’anno con lui e Keita ad arricchire il reparto d’attacco assieme a Icardi Perisic e Politano mi sento leggermente più sicuro rispetto allo scorso anno con i soli Eder e Pinamonti.

♦ Quindi per Keita pare essere davvero la volta buona: prestito a 5 milioni e un diritto di riscatto a poco più di 30, queste sono le cifre che girano da qualche giorno per un affare che si concretizza con un anno di ritardo. Credo sia il massimo che l’Inter poteva permettersi a questo punto con quella modalità d’offerta, quindi c’è poco da lamentarsi, soprattutto alla luce della sensazione palpabile fino a qualche settimana fa circa il mercato in entrata in attacco che sembrava chiuso dopo l’acquisto di Politano. E invece no: il mister ha un’altra opzione davanti, opzione che tra l’altro conosce abbastanza bene il nostro campionato. E’ ancora giovane, ha tanto talento e velocità, ha colpi anche da subentrato e può giocare più o meno ovunque lì davanti: il mister deve lavorare sul suo carattere, non proprio il massimo rispetto alla professionalità necessaria per sfondare nel suo mondo.

♦ E il centrocampista? L’affaire Modric sembra più spento rispetto a qualche giorno fa e l’ipotesi che si fa largo è quella che vede l’Inter non investire sul centrocampista nel caso in cui non dovesse arrivare il campione croato: o Luka o niente. Sono d’accordo? No. Brozovic gira alla grande e secondo me un upgrade di Vecino alzerebbe tanto il livello di una squadra comunque già molto buona. Certo, Modric sarebbe il top (e anche per questo molto molto difficile da raggiungere) ma speravo si potesse raggiungere un altro nome degno di una certa caratura da mettere lì in mezzo. Sarebbe stata la ciliegina su una torta che finora pare essere venuta abbastanza bene.

By |2018-08-12T22:56:09+00:0013 Ago 2018|Appunti d'estate|0 Comments