CL: PSV-Inter 1-2

Ad Eindhoven ho rivisto una squadra, undici uomini compatti e pronti a portare a casa tre punti preziosissimi: l’Inter sfodera così nella seconda giornata del girone di Champions una buonissima partita in uno stadio per niente facile.

Passati in svantaggio immeritatamente, siamo stati capaci di ribaltare la partita con pazienza, nonostante qualche strafalcione individuale firmato D’Ambrosio e Handanovic nel primo tempo.

Parecchi gol mangiati, qualche colpo al cuore sulla bellissima rovesciata di Malen e la strepitosa parata di Handanovic che equilibra così l’uscita totalmente a vuoto che in precedenza gli è costato l’ammonizione.

6 punti in 2 giornate, quasi impensabile il giorno dei sorteggi: ci aiuta il Barça vincendo a Londra a tenere vivi i nostri sogni di qualificazione. Bisognerà mantenere la testa sulle spalle dopo le due partite consecutive contro i blaugrana dove otterremo poco o niente ma dopo le quali potremo continuare a giocarci il secondo posto contro le altre.

Queste sono le serate che voglio, queste sono le serate che ti riconciliano col calcio.

IL MIGLIORE: DE VRIJ

Altra partita strepitosa dei nostri centrali di difesa ma come col Tottenham premio De Vrij per la sua calma olimpica nel gestire la palla dietro unita alla forza con cui tiene testa a De Jong, unico attaccante del PSV.

Anche Skriniar gioca una partita perfetta, i due continuano a migliorare l’intesa e ad integrarsi sempre di più.

IL PEGGIORE: PERISIC

Una serataccia per Ivan, una di quelle in cui non gli riesce nulla: non scappa sull’esterno, non salta l’avversario, non fa la torre sui rinvii dalla difesa.

Anzi sbaglia qualche palla di troppo e per fortuna, quando capisce che non è serata, torna un po’ indietro a fare legna.

C’è bisogno del vecchio Perisic, quest’anno visto davvero troppo a sprazzi.

PSV (4-2-3-1): Zoet; Angeliño, Viergever, Schwaab, Dumfries; Hendrix, Rosario; Bergwijn, Pereiro (30′ st Malen), Lozano; De Jong. A disposizione: Room, Isimat-Mirin, Behich, Sainsbury, Ramselaar, Gutierrez. Allenatore: Van Bommel.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano (46′ st Candreva), Nainggolan (42′ st B. Valero), Perisic; Icardi. A disposizione: Padelli, Lautaro, Keita, Ranocchia, Miranda. Allenatore: Spalletti.

ARBITRO: Mazic (Serbia)

MARCATORI: 27′ pt Rosario (P), 44′ pt Nainggolan (I), 15′ st Icardi (I)

NOTE: Ammoniti: Handanovic, D’Ambrosio, Asamoah (I). Recupero: 1′ pt, 4′ st.

PAGELLE:

Handanovic 6

D’Ambrosio 6

De Vrij 7

Skriniar 7

Asamoah 6,5

Vecino 6

Brozovic 6

Politano 6,5

Nainggolan 6,5

Perisic 5

Icardi 7

(Borja Valero 6, Candreva 6)

All. Spalletti 7

By |2018-10-03T23:11:01+00:0003 Ott 2018|Vista dal divano|0 Comments