I punti necessari per andare in Champions League

No, non farò tabelle porta sfiga.

Tranquilli.

Voglio solo analizzare qual è stato il trend storico in termini di punti in classifica delle terze classificate in Serie A da quando si giocano 38 partite (cioè dal 2004/05).

Il ritmo a cui Roma, Lazio e Inter stanno battagliando per gli ultimi due posti utili per la qualificazione alla massima competizione europea ci dà la possibilità di fare questa piccola analisi e sì, vi confermo che la media punti di quest’anno, proiettata per altre 4 partite fino quindi alla 38a, è la più alta da 14 anni a questa parte per una quarta classificata:

 

Nella piccola tabella ho aggiunto anche il numero di squadre che in ogni campionato si qualificavano per la Champions League per aggiungere anche una sorta di aspetto “emotivo” all’analisi: nella mia idea era probabile, non ovviamente certo, che arrivare quarti per andare in Europa League non desse gli stessi stimoli di lottare per la stessa posizione che però dà l’accesso in Champions.

L’Atalanta già smentisce questo assioma: lo scorso anno, arrivando quarta con 72 punti, ha battuto il record detenuto dalla Fiorentina nel 2012/13 (70), un punto in più della Roma 2005/06.

E la media punti delle quarte classificate negli anni in cui le squadre italiane in CL erano 3 è praticamente uguale a quella delle quarte negli anni in cui le squadre erano 4 (come quest’anno).

Quindi grosse differenze sotto questo punto di vista non ce ne sono.

La proiezione di quest’anno dà una chiusura al quarto posto vicina ai 74-75 punti: per adesso la media è di 1,97, la più alta, come anticipato prima, dal 2004/05.

Di conseguenza anche la quinta, di questo passo, avrà la più alta media punti di sempre dal ritorno a 20 squadre: ulteriore amarezza (statistica) per chi si qualificherà per il primo posto disponibile per i gironi della seconda competizione europea?

By |2018-04-24T14:02:53+00:0024 Apr 2018|Uncategorized|0 Comments