Bologna-Inter 0-3

La prima vittoria stagionale arriva sul campo di Bologna.

Non una prestazione indimenticabile per gli uomini di Spalletti che per 70 minuti sbattono sul muro del Bologna creando solamente qualche sporadica occasione e poi dilagano dopo il gol spaccapartita di Nainggolan.

Focalizzandoci sugli aspetti positivi, segnaliamo:

  • l’impatto immediato di Nainggolan che segna il gol decisivo con una giocata praticamente sconosciuta ai nostri centrocampisti: rapida incursione centrale, stop e tiro all’angolino basso. Bene così, dato che per molti tifosi l’ombra di Rafinha graverà sempre sulle prestazioni del centrocampista indo-belga.
  • il recupero di Gagliardini, inspiegabilmente inutilizzato nelle prime due partite (e di questo dovrebbe rispondere l’allenatore)
  • il primo gol dopo un anno e mezzo di Candreva, giocatore che dalla panchina potrà essere molto utile
  • vittoria e tre gol segnati nonostante l’assenza contemporanea di Icardi e Lautaro. Keita e Politano di punta non saranno la soluzione migliore, ma è pur sempre un upgrade rispetto a Eder e Pinamonti…

IL MIGLIORE: PERISIC

Anche oggi gol e assist. Si vede a sprazzi ma è indubbio che il 50% abbondante delle occasioni da gol dell’Inter arrivino più o meno direttamente dai suoi piedi: uno dei pochi giocatori imprescindibili della rosa.

IL PEGGIORE: D’AMBROSIO

Non corre particolari rischi (anche se nell’unica occasione da gol concessa al Bologna, si perde l’uomo) ma non si vede mai in fase offensiva, nonostante il Bologna lasci ampi spazzi sulle fasce. Asamoah almeno aveva la scusa di essere in condizioni fisiche precarie…

BOLOGNA-INTER 0-3 — Primo tempo 0-0
MARCATORI — Nainggolan (I) al 21′, Candreva (I) al 37′, Perisic (I) al 40′ s.t.
BOLOGNA (3-5-2) — Skorupski; De Maio (dal 27′ s.t. Orsolini), Danilo, Helander; Mattiello, Poli (dal 30′ s.t. Okwonkwo), Pulgar, Dzemaili, Dijks; Falcinelli (dal 34′ s.t. Destro), Santander. (Santurro, Pirana, Gonzalez, Calabresi, Mbaye, Valencia, Nagy, Svanberg, Krejci). All. Inzaghi.
INTER (4-2-3-1) — Handanovic; D’Ambrosio (dal 40′ s.t. Vrsaljko), De Vrij, Skriniar; Asamoah; Brozovic, Gagliardini; Politano, Nainggolan (dal 33′ s.t. Vecino), Perisic; Keita (dal 34′ s.t. Candreva). (Padelli, Ranocchia, Miranda, Dalbert, Joao Mario, Borja Valero, Lautaro). All. Spalletti.
ARBITRO — Di Bello di Brindisi.
NOTE — Spettatori 12.374, incasso di 504.057 euro; abbonati 13.708, quota di 155.848 euro. Ammoniti Dzemaili per proteste e Gagliardini per gioco scorretto. Tiri in porta 2-3; tiri fuori 4-6; angoli 3-6; in fuorigioco 2-2. Recuperi: 1′ pt, 4′ st.

PAGELLE:

Handanovic 6,5

D’Ambrosio 5,5

De Vrij 6

Skriniar 6

Asamoah 5,5

Gagliardini 6,5

Brozovic 6

Politano 6

Nainggolan 6,5

Perisic 7

Keita Balde 5,5

(Candreva 6,5, Vecino 6, Vrsaljko sv)

All. Spalletti 6

By |2018-09-03T08:31:36+00:0003 Set 2018|Vista dal divano|0 Comments